Come garantire la sicurezza e la conservazione dei documenti

Sharing is caring!

La conservazione dei documenti in azienda garantisce precisi requisiti di sicurezza, accessibilità e flessibilità; e porta svariati benefici all’attività di back office e a tutto il workflow. 

 

Nell’era della digitalizzazione l’asset più importante che ogni azienda possiede sono i dati. E per dati si intende anche quella enorme mole di informazioni contenute all’interno dei documenti che circolano in amministrazione, come fascicoli, circolari, PEC, protocolli e note spese. Inoltre, a fronte di complessità normative sempre più stringenti, risulta essenziale digitalizzare e conservare in sicurezza la documentazione prodotta in azienda.  

La parola chiave è dematerializzare: un passaggio cruciale che permette al business di ridisegnare i processi operativi in un’ottica più snella, efficiente e sicura. Un risultato pienamente raggiungibile solo attraverso l’implementazione di soluzioni integrate e facili da utilizzare che permettano di gestire efficacemente tutto il flusso documentale in un’ottica olistica e collaborativa, a partire dalla creazione di ogni singolo file fino alla sua protocollazione e archiviazione. 

 

Recuperare efficienza nelle attività di back office 

 

La gestione documentale e le attività di back office sono attività che, non producendo direttamente fatturato, sembrano non avere alcun impatto diretto sul successo del business. Le cose, in realtà, non stanno affatto così: la gestione dei documenti rappresenta a tutti gli effetti un nodo fondamentale all’interno del complesso reticolato di operazioni aziendali. Da una gestione efficace del back office dipende infatti gran parte della qualità del servizio o del prodotto fornito al cliente finale.  

Oggi, attraverso le nuove tecnologie le operazioni di document management possono finalmente avere l’attenzione e il supporto adeguati: le attività di back office possono essere ottimizzate grazie a strumenti di integrazione, condivisione e collaborazione che permettono di snellire il workflow e migliorare le prassi operative. Grazie al cloud e a soluzioni integrate all’interno di software di Enterprise Resource Planning (ERP) e piattaforme di produttività, è ora possibile adottare un approccio olistico con cui orchestrare organicamente e in completa sicurezza le attività di gestione documentale, semplificando i processi di dematerializzazione, gestione, conservazione e compliance normativa. 

 

Sicurezza, conservazione elettronica e sostitutiva 

 

Le aziende sono obbligate per legge a conservare, secondo specifiche normative, molta della documentazione in loro possesso. Tradizionalmente, ottemperare a queste richieste significava organizzare manualmente il materiale cartaceo per poi stiparlo in pesanti faldoni che andavano a loro volta a occupare sempre più spazio in ufficio e negli archivi.  

La conservazione elettronica è invece un processo basato su soluzioni che prevedono l’impiego di specifici formati informatici rivolti a garantire – secondo quanto previsto dall’art. 44 del Codice dell’Amministrazione digitale – le caratteristiche di autenticità del documento digitale, il mantenimento del suo valore giuridico e la sua reperibilità, oltre a preservarne integrità e leggibilità.  La conservazione sostitutiva, prevista dalla normativa, prevede invece l’archiviazione in copia digitale di documenti originariamente analogici resi legali attraverso l’apposizione di una firma digitale (con cui viene identificato univocamente l’autore) e alla marca temporale (con cui se ne certifica la data di creazione). 

 

Conservazione digitale dei documenti: i vantaggi 

 

Scegliere una soluzione di conservazione digitale permette dunque di archiviare per sempre la versione elettronica legalmente valida di tutta la documentazione in un unico repository, eliminando completamente i problemi di spazio ed evitando la possibilità di incorrere in perdite di informazioni o errori umani – il tutto in conformità al GDPR. Non solo, la conservazione digitale rende anche molto più semplice, immediata e intuitiva la consultazione di qualsivoglia documento (che rimane leggibile per sempre e può essere aperto ovunque, in qualsiasi momento e su qualsiasi device da chiunque possieda le credenziali d’accesso) e, non ultimo, abbatte i costi di stampa. Infine, integrandosi con la PEC e applicativi di terze parti, un efficace sistema di conservazione dei documenti permette di rendere il workflow più fluido, semplice ed efficiente.

Lascia una risposta

You must be logged in to post a comment.