Smart Working, configurare i propri dispositivi per lavorare al meglio

Categorie

Nell’ultimo periodo di emergenza sanitaria è stato chiesto ai lavoratori di tutto il mondo di riorganizzare il proprio concetto di collaborazione secondo i nuovi limiti imposti dalla pandemia. Le restrizioni durante i lockdown e il distanziamento sociale hanno aperto la strada allo smart working, principale alternativa alle forme tradizionali di collaborazione. È stato quindi necessario riorganizzare tutto ciò che ruota attorno alla vita dei lavoratori: ripensare agli spazi, i dispositivi, la rete utilizzata per collegarsi, le interazioni e, più in generale, l’intero flusso di lavoro:

Problemi che, in qualche modo, sono stati affrontati. Rimane una grande incognita collegata alla sicurezza informatica, in quanto la commistione tra vita professionale e vita personale su uno stesso dispositivo ha messo in pericolo gli stessi dati aziendali. Nessun sistema può essere definito completamente sicuro, tuttavia vi sono una serie di best practices per prendersi cura al meglio dei propri dispositivi, che permettono un utilizzo privo di rischi e anche una maggiore durata del dispositivo stesso.

È fondamentale conoscere e utilizzare dispositivi e strumenti per la collaborazione e condivisione, ma è altrettanto importante conoscere i rischi a cui si va incontro con una gestione approssimativa di tali risorse. 

Se non sai come gestire al meglio la collaborazione da remoto nella tua azienda, contattaci per una consulenza gratuita e potremo aiutarti a trovare le migliori soluzioni per implementare efficacemente spazi di collaborazione digitali.  Lo Smart Working non è più un’opzione ma un’inevitabile prospettiva!

Condividi su: